Otto mesi expat

I miei luoghi del cuore a Dublino

“Lisa ti manca Dublino?”. Me l’hanno chiesto in molti, probabilmente hanno cambiato domanda visto che a Come stai? spesso non rispondo, come dicevo. No, non mi manca Dublino. Soprattutto quando mi rendo conto che a Dublino non sarei in maniche corte e sandali a inizio settembre. In Irlanda l’autunno è iniziato ufficialmente in agosto e a Dublino l’estate dura tre giorni, dice la saggezza popolare. A me l’estate piace troppo, mi piace stare a gambe nude, a piedi scalzi, dormire con la finestra aperta e girare con le spalle scoperte.

Quindi no, non mi manca Dublino. Semmai mi mancando alcune cose di Dublino, alcuni luoghi dove sono stata bene, i miei luoghi del cuore.

Chester Beatty Library

Chester Beatty Library

Il mio posto preferito di Dublino. Non solo un museo delle arti orientali, gratuito, ma anche una caffetteria affascinante dove il menù è esotico e il the di gusti infiniti, un book shop con i più bei quaderni di Dublino e cartoline e calendari bellissimi. I bagni sono puliti e gratuiti, il wifi è gratuito e la password è appesa al muro, a disposizione. Al primo piano c’è un area bambini con cuscini, pastelli e disegni da colorare, accogliente e rilassante. Il mio angolo preferito però, è sul tetto. Salendo, si esce a cielo aperto e c’è un giardino, garden roof, dove in quindici minuti di sole si possono ricaricare un po’ le energie.
Chester Beatty Library roof garden

Herbert Park

Ho scoperto Dublino 4 per caso, mentre andavo ad un colloquio di lavoro. Ci sono tornata poco prima della partenza, perché volevo mangiare un cupcake e Lolly and Cooks aveva da poco aperto una nuova caffetteria proprio lì. Il mio autobus ci arrivava diretto, attraversando il centro e scendendo ancora più a sud. Questa che è una delle zone di Dublino più belle: Ballybridge. Case ordinate, indubbiamente molto costose, viali alberati, giardini segreti, piccoli negozi.

Herbert Park Dublino

Il parco è un gioiello, mi sentivo Mary Poppins che porta a passeggio i bambini (e infatti poi si è messo a piovere. Le foto sono della stessa giornata, a distanza di mezz’ora. Giuro!). Credo sia stata una delle mattine più belle che ho trascorso a Dublino con i bambini ed è uno dei miei luoghi del cuore anche se ci sono andata solo due volte, perché quelle due volte, entrambe, ero davvero felice.

Herbert Park Playground

Il mare

Dublino è sul mare, è un porto. L’Irlanda è un isola e se vivi in Irlanda devi fare spesso i conti con il mare. Un mare selvaggio, un mare senza stabilimenti balneari, un mare che trasmette libertà. Un mare che mi manca, un mare che chiama e dice: Attraversami. Vai avanti, non fermarti.

mare dublino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *